Perché un impianto di allarme?

Alarmanlage_Tastatur

Un impianto di allarme svolge più funzioni distinte.

  • Un impianto di allarme ha la funzione di intimidire i ladri. Circa i due terzi degli scassinatori — trovandosi dove è stato installato un allarme — cercano piuttosto un altro obiettivo, perché il rischio sarebbe troppo elevato.
  • Non appena scatta un allarme, quasi tutti i ladri scappano. Chi, nonostante l'impianto di allarme, entra nella proprietà, ha pochissimo tempo. I sensori fanno scattare l'allarme, la centrale di allarme è informata e poco dopo le forze d'intervento arrivano sul posto. Per gli scassinatori non vale la pena correre questo rischio.
  • Consente di evitare danni immateriali. Un'assicurazione domestica rimborsa i danni causati all'edificio. Se potete dimostrare di aver subito un furto, riceverete anche un risarcimento. Ma la violazione della sfera privata e la rabbia continuano ad albergare a lungo in molte vittime di effrazione.

Come funziona un impianto di allarme?

Un impianto di allarme è costituito da diversi componenti abbinati tra loro in modo specifico per ogni singolo edificio. 

  • Sensori, in grado di identificare ospiti indesiderati o atti illeciti: rilevatori di movimento a raggi infrarossi registrano la presenza di esseri umani. Contatti magnetici segnalano l'apertura di una porta o di una finestra. Rilevatori di rottura vetri in grado di reagire agli impatti. Rilevatori antincendio riconoscono la presenza di fumo ecc. 
  • Unità centrale (denominata anche centrale di allarme): un'unità centrale elabora i segnali dei sensori e pone a confronto diversi algoritmi. Se i sensori rilevano un segnale corretto, l'unità fa scattare un allarme. Un trasmettitore integrato (GSM, IP, ISDN) inoltra l'allarme alla stazione di comando Certas per le chiamate di emergenza e assistenza, dove vengono intraprese le misure necessarie. 
  • Deterrenti: quando scatta un allarme, si attiva un segnale acustico di 120 dB che rende manifesto il tentativo di effrazione. Un flash applicato esternamente segnala l'allarme anche dal punto di vista visivo. Inoltre è possibile attivare anche un generatore di nebbia. Nell'arco di pochi secondi il locale diventa intransitabile a causa della fitta coltre di nebbia che costringe il ladro a ritirarsi.

Vantaggi supplementari di un impianto di allarme

Un impianto di allarme moderno può fare molto più che solamente proteggere dagli scassinatori.

  • La protezione antincendio è un aspetto importante: i rilevatori di fumo si possono collegare all'impianto di allarme. In caso d'incendio lo sviluppo di fumo viene identificato precocemente, facendo così scattare l'allarme. Il forte segnale acustico sveglia gli abitanti evitando che vengano sorpresi nel sonno. Viene informata la centrale di allarme, che verifica il segnale ricevuto e organizza immediatamente l'intervento dei vigili del fuoco.
  • Controllo degli accessi: i moderni impianti di allarme sono adatti anche per controllare gli ingressi e le uscite. Tramite un'app per smartphone i genitori più apprensivi, ad esempio, possono sapere quando i figli rientrano da scuola.
  • Comando a distanza: il comando a distanza dell'impianto di allarme può essere utilizzato anche come telecomando per il portone del garage. Pratico e sicuro.

Come funzionano i rilevatori di movimento?

Certas Bewegungsmelder

I rilevatori di movimento sono i componenti principali che consentono di identificare un'effrazione. Le varie tipologie si differenziano per alcune caratteristiche sostanziali. 

  • Un rilevatore di movimento IR reagisce all'energia termica: ogni essere umano, infatti, propaga calore. I raggi infrarossi vengono registrati da un sensore senza che questo diffonda alcuna radiazione. Per questo lo si definisce anche un «sensore IR passivo». Per ridurre il rischio di falsi allarmi, i sensori IR vengono dotati di più lenti che separano lo spazio sorvegliato in zone. Quando un essere umano attraversa almeno due di queste zone, scatta l'allarme. 
  • Rilevatori di movimento con telecamera: alcuni modelli sono anche in grado di acquisire le immagini dell'intruso (attraverso una serie di foto o una videosequenza) e di trasmetterle alla centrale di allarme. A seconda della qualità delle immagini, si può accelerare la verifica dell'allarme e far accorrere le forze d'intervento con maggiore rapidità. 
  • Rilevatori di movimento con sistema audio: alcuni rilevatori di movimento sono provvisti di microfono integrato. Attraverso la trasmissione audio il collaboratore della centrale di allarme può riconoscere con maggiore facilità se si tratta effettivamente di un'effrazione. 
  • Speciali rilevatori di movimento «PET» evitano l'insorgere di falsi allarmi: anche gli animali emettono calore. Sensori di movimento adeguati alle famiglie con animali domestici consentono a 2-3 gatti o a un cane fino a circa 35 kg di peso di muoversi liberamente senza far scattare l'allarme. L'installatore deve però rispettare le distanze di sicurezza (altezza minima, assenza di mobili in prossimità del sensore, visuale libera), onde evitare che vengano generati falsi allarmi.